Torna alla homepage
Chi siamo I nostri vini su Facebook Seguici su twitter Vedi le foto di questo vino su Flickr Guarda il canale Youtube di Caudrina Scheda Vino in PDF
Contattaci
I nostri vini
Moscato d'Asti
LA CAUDRINA
Moscato d'Asti
LA GALEISA
Asti
LA SELVATICA
Piemonte Moscato
Passito REDENTO
Acquavite di uva Moscato
LA CAUDRINA

Barbera d'Asti
LA SOLISTA

Barbera d'Asti Superiore
MONTEVENERE
Piemonte DOC Barbera
LA GUERRIERA Vivace
Monferrato Rosso
SFACCIATO
Dolcetto d'Alba
CAMPO ROSSO
Piemonte Chardonnay
MEJ

Come nasce

Questo vino è stato ottenuto da uve provenienti da vetusti vigneti
di proprietà situati nel comune di Nizza Monferrato, Asti.

La vinificazione è stata condotta in modo tradizionale e la macerazione
con le bucce è durata otto giorni. Dopo la fermentazione alcolica è stato
conservato a temperatura ottimale (23° C) per facilitare la fermentazione
malolattica.

Nel mese di aprile di quest'anno la solista è stata imbottigliata senza
alcun affinamento in legno. Si tratta perciò di un vino giovane di pronta
beva che rispetta pienamente la tradizione contadina del Piemonte.

Il Vigneto

Superficie (Ha): 2
Vitigni impiantati: Barbera
Anno di impianto: 1975
Altitudine (m): 250 S.L.M.
Esposizione: Sud Sud-Ovest
Giacitura: Collinare
Natura del terreno: Calcarea
Pendenza del Terreno: 20-30%

Il Vino

Colore: Rosso rubino intenso con leggeri riflessi violacei
Profumo: Fruttato, accattivante; si percepiscono la prugna e la marasca, ha una buona struttura
Sapore: Di buona struttura è morbido e persistente al palato
Abbinamenti: Si abbina con primi piatti gustosi e con secondi piatti di carne, in particolare con carni rosse, ma si può bere anche con pane e salame per una robusta colazione!

Opera in Etichetta

PAOLO SPINOGLIO

ZOOM | SCHEDA

Azienda Agricola C A U D R I N A di R o m a n o D o g l i o t t i | 20, Strada Brosia CASTIGLIONE TINELLA 12053 (CN) ITALIA | P.IVA: IT02583750043

PAOLO SPINOGLIO

Paolo Spinoglio è nato a Torino l’11 giugno 1956. Inizia giovanissimo ad apprendere le tecniche pittoriche, del disegno e delle arti plastiche dal padre Tullio, appassionato pittore ed acquerellista.Paolo frequenta il Liceo Classico a Torino. A quattordici anni impara tecniche del disegno sotto la guida del Prof. Carlo Giuliano e più tardi perfeziona il suo talento naturale dallo scultore Riccardo Cordero. Conseguita la maturità classica si iscrive alla facoltà di Architettura e successivamente ad Archeologia, ma senza risultati significativi.Persona dall’animo inquieto decide di abbandonare gli studi e di dedicarsi professionalmente alla scultura. Fin dagli esordi le riflessioni plastiche, di impronta figurativa, trovano nella terracotta il materiale ideale.Nel 1989 si trasferisce con la famiglia nell’astigiano a Mombercelli, ma è a Canelli in Regione Dota dove lavora; nel suo studio laboratorio tra sculture, disegni, attrezzi, scritte sui muri nascono le sue opere, o meglio le sue “creature” come Paolo amava chiamarle.La creazione e produzione artistica procede senza sosta e dal suo laboratorio escono decine di sculture. Negli anni il suo stile si evolve verso l’astrazione con l’eliminazione progressiva dei particolari descrittivi sino a giungere a quei visi che sorridono senza occhi. Paolo è morto ad Asti il 12 maggio 2002.

Il sito di Paolo Spinoglio